Festa di sport alla Morrone Academy per il raduno della Fiorentina

Più di 80 ragazzi hanno partecipato al raduno della Morrone Academy organizzato con la Fiorentina. Soddisfatto l’osservatore Viola Coscia, così Ritacca: «Grazie a tutti i partecipanti, vogliamo consolidare i rapporti».

Esprime grossa soddisfazione la Morrone Academy Popilbianco per l’esito del raduno organizzato mercoledì e griffato dal brand Fiorentina. Più di ottanta ragazzi si sono messi in mostra davanti ad Enrico Coscia, capo degli osservatori per il centro sud del club viola che ha avuto modo di annotare sul proprio taccuino qualche profilo interessante. In particolare si è intrattenuto a chiacchierare con un paio di giovani invitandoli a continuare su questa strada.

I provini erano riservati ai calciatori in erba nati negli anni 2004, 2005 e 2006 che avevano già compiuto il dodicesimo anno di età e che appartenevano al massimo alla categoria Allievi. Oltre al presidente Raffaele Pizzino e al vicepresidente Marco Caputo, hanno curato la logistica e ogni dettaglio dell’evento Aurelio Ruffolo e Andrea Ritacca, in tandem con il responsabile tecnico Giuseppe Verduci e col responsabile dello staff medico Panagiotis Plomantis.

Coscia, subito dopo la fine del raduno, non ha lesinato complimenti alla struttura organizzativa. «Ho colto professionalità e attenzione nei confronti della Fiorentina, non può che farmi piacere. In campo ho apprezzato una buona qualità, ma su due piedi è sempre difficile decidere. Sono soddisfatto di alcuni giovani e spero di vederli di nuovo, perché io sono per la continuità di rapporti e se la Morrone vorrà non ci saranno problemi».

Anche Ritacca evidenzia l’importanza di aver ospitato una società prestigiosa presso la struttura dell’Academy. «Se come controparte si trova una compagine organizzata e seria come la Fiorentina viene tutto più semplice. Il mio ringraziamento va anche alle altre società che hanno inteso partecipare con tanti ragazzi, dando loro la possibilità di coltivare un sogno. L’auspicio che questi rapporti possano consolidarsi nel tempo e dare seguito ad una splendida giornata di sport».

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *